LA SEDUZIONE – Mito e Arte nell’antica Grecia

categorie:

Audio mix - Concept - Copywriting - Editing - Motion graphic - Video shooting - Voice over

agenzia

TVN Media Group

produzione

TVN Media Group - Arte e Cultura

regia

Stefano Sbarbaro - soggetto Federica Giacobello

Voce narrante

Ivano Pelizzoni

Trailer ufficiale della mostra

agenzia

TVN Media Group

poduzione

TVN Media Group - Arte e Cultura

regia

Stefano Sbarbaro - soggetto Federica Giacobello

voce recitante

Ivano Pelizzoni

Showreel dei supporti multimediali alla mostra

Servizio giornalistico in mostra

TVN Media Group – Arte e Cultura interviene nel progetto di mostra La Seduzione Mito e Arte nell’antica Grecia realizzando i contenuti multimediali a integrazione dell'allestimento e sviluppando attorno al trailer ufficiale una campagna di promozione sul web. La mostra realizzata nella suggestive cornice di Palazzo Leoni Montanari (14 febbraio 2018 - 13 gennaio 2019), sede vicentina delle Gallerie d’Italia,  rappresenta un nuovo appuntamento della rassegna Il Tempo dell’Antico è dedicato al tema della seduzione: quaranta manufatti appartenenti alla collezione di Intesa Sanpaolo ne documentano aspetti amorosi, religiosi e sociali e narrano appassionanti storie che hanno come protagonisti divinità ed eroi mitici. Il percorso di visita è stato arricchito da quattro video divulgativi realizzati in motion graphic studiati e sviluppati in stretto rapporto con la curatrice della mostra Federica Giacobello. Il primo L’immagine di Afrodite nell’arte è un percorso fatto di immagini e di parole alla scoperta di come gli antichi greci rappresentarono Afrodite, la più bella tra le dee. La figura di Afrodite è stata presentata nel video passando in rassegna le principali declinazioni iconografiche che hanno animato la produzione scultorea classica attinente a questo mito. Un racconto visivo che si sviluppa attraverso l’esaltazione delle sinuosità e degli aspetti formali da una parte e l’indagine dei dettagli più seducenti e carichi di tensione erotica dall’ altra, resi attraverso calibrati movimenti di animazione ed eleganti effetti di trasparenza e controluce. Presentato come un ideale dittico I grandi seduttori nel cinema è l’appassionante video ideato con la Fondazione Cineteca Italiana. Il montaggio che si apre con un film culto del periodo muto ovvero Rapsodia Satanica di Nino Oxilia (1917) con la sequenza della danza di corteggiamento del diavolo e prosegue passando in rassegna alcuni delle figure più seducenti della storia del cinema icone senza tempo come Rodolfo Valentino, Clark Gable, Humphrey Bogart, James Dean e il nostro Marcello Mastroianni nella celeberrima sequenza della Dolce Vita o miti contemporanei come Alain Delon, Johnny Depp e Antonio Banderas (modelli di fascino latino), gli irraggiungibili divi hollyvoodiani Richard Gere, Tom Cruise e Harrison Ford fino ad arrivare a 007, modello di seduzione virile, da Sean Connery a Daniel Craig. Terzo video dedicato a Elena di Sparta: la grande seduttrice, la cui storia è tracciata in una narrazione condotta attraverso le raffigurazioni tratte dai vasi attici e magnogreci, testimoniata da tanti racconti mitici. Scopriamo così la sua nascita straordinaria, i rapimenti subiti da parte di eroi e principi, l’arrivo a Troia e la decennale guerra che la vide protagonista, sino al suo ritorno in patria. Nello sviluppo narrativo del video realizzato si è voluto procedere con un tono epico e leggendario, sottolineato anche dalla scelta musicale. Il punto di partenza nella costruzione grafica è rappresentato dal bi-cromatismo della pittura vascolare a figure rosse. Ultimo video dal titolo Sirene, maghe e ninfe: seduttrici malefiche e ingannatrici ripercorre La connotazione maligna e ingannevole del potere della seduzione è ben espressa da alcuni personaggi che Odisseo incontra nel suo tormentato viaggio di ritorno ad Itaca dopo la fine della guerra di Troia: sono le Sirene, donne-uccello che attraggono con il loro canto irresistibile ma mortifero; la maga Circe e la ninfa ‘innamorata’ Calipso.  Il periplo esistenziale di Odisseo è lo spunto narrativo che consente di tracciare una carrellata di rappresentazioni con sembianze femminili, dal potere seduttivo ambiguo e malefico.